Roma 7 Marzo 2021

E’ in arrivo la Quarta edizione della Fiera dell’editoria delle donne

Feminism 4

Valorizzare la produzione d’autrice dando visibilità all’editoria di qualità, sostenere i luoghi delle donne quali spazi di libertà comune rimangono i capisaldi della nostra proposta. Per perseguirli la Fiera deve essere sempre in grado di cogliere quanto si muove nel mondo in cui si cala.

La formula sperimentata nel 2020 ci permette di aprire al futuro del progetto mantenendone i punti di forza ma potenziandone gli strumenti comunicativi e di visibilità.

Senza rinunciare alla centralità della Fiera tradizionalmente intesa, scegliamo di consolidare la consistenza del progetto e la sua riuscita dotandoci di una struttura che consenta di lavorare in continuità anche da remoto con l’obiettivo di fare di Feminism nel proprio campo di intervento una sorta di motore di conoscenza e promozionale, tanto nel tempo immediato e circoscritto dell’evento Fiera quanto in quello lungo che ad esso segue e precede. Lo facciamo potenziando gli strumenti comunicativi ma anche il potenziale umano, e altre donne e di generazioni diverse si alleano oggi con noi per dare forza e continuità al progetto.

La quarta edizione Feminism4 Fiera dell’editoria delle Donne 2021, come tradizione verrà inaugurata il pomeriggio di domenica 7 con due Madrine di eccezione, scelte non casualmente proprio per questa edizione e questi tempi: Dacia Maraini e Luisa Passerini, che oggi più che mai bene rappresentano l’impegno politico culturale di una vita. Al momento di apertura prenderanno parte Marco Zapparoli, Presidente ADEI, e Sabrina Alfonsi, Presidente del I Municipio di Roma.

Farà seguito una tavola rotonda che si vuole far carico e parte di un dibattito importante, un confronto sugli scenari prossimi futuri e la centralità della produzione culturale delle donne, tra nuovi modi di comunicare e pensieri interconnessi. Se scrittura, editoria, arte, cinema, teatro TV non si sono mai fermati in questo lungo anno di pandemia,  molte cose sono cambiate e bisognerà tenerne conto quando usciremo dal tunnel. Abbiamo intitolato l’incontro: La cultura a-venire e ad esso e abbiamo invitato a prendervi parte donne protagoniste di primo piano nei campi della cultura, non solo in Italia.

 

aggiornamenti  e programma su Feminism

e su fb Feminism   Herstory femminismo a Roma